STAZIONE E LINEA SECONDARIA

Nel progetto originale del plastico, più volte rivisto, si prevedeva una linea secondaria parzialmente a vista, a 20 cm. di quota più bassa rispetto a quella del piano della stazione principale di Monza. La linea avrebbe dovuto partire dal binario 1 (tronco) di Monza, percorrere in discesa una rampa elicoidale a due piani, raggiungere quota -20 cm, percorrere un rettilineo parallelo al piano di stazione di Monza anche se a quota inferiore, entrare in galleria, compiere una curva di 180 gradi e, su un cappio di ritorno, compiere una inversione del senso di marcia per poter ritornare al primo binario della stazione principale. Tutto ciò è stato smantellato ed ora la linea che si diparte dal binario 1 di Monza, dopo l'entrata in galleria, si biforca in due sezioni:

  1. una a quota intermedia di -10 cm che attraversa lo Scalo merci, la stazione Monza scalo, entra in galleria e da' luogo ad una stazione nascosta (Stazione inferiore)  da 5 binari di ricovero

  2. una a quota -20 che è formata da 2 stazioni nascoste (Stazione sotterranea e Stazione sotterranea automotrici) per un totale di altri 12 binari di ricovero.

Le foto di questa pagina sono state scattate tra il 2002 ed il 2005.

Ultimo aggiornamento pagina: 28/08/16


      Ritorno (in treno) alla pagina principale       Torna alla pagina principale